Salta al contenuto

I concorsi a premi sono iniziative pubblicitarie organizzate da un'impresa che offre premi ai partecipanti - con o senza obbligo di acquisto - per promuovere beni o servizi, marchi, insegne o siti.
I concorsi a premi hanno la durata massima di un anno e possono essere rivolti ai consumatori, ma anche a rivenditori o a dipendenti.

I premi in palio sono assegnati ad alcuni dei partecipanti in base alla sorte o all'abilità secondo le modalità previste dal Regolamento del concorso, alla presenza di un Notaio o del Responsabile della fede pubblica e tutela dei consumatori della Camera di commercio competente per territorio, o suo delegato, secondo quanto stabilito dall'art 9 del DPR 430/2001.

Accedere al servizio

Come si fa

Pe realizzare correttamente i concorsi a premi occorre:

  • redigere e sottoscrivere il regolamento (art. 11 D.P.R. n. 430/2001);
  • versare una cauzione di importo pari al valore dei premi messi in palio, a garanzia della consegna dei premi promessi (art. 7, c. 1, D.P.R. n. 430/2001);
  • trasmettere la documentazione al Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) almeno 15 giorni prima dell’inizio del concorso a premi, tramite il servizio Prema CO/1 disponibile a questo link;
  • fissare un appuntamento per l’assegnazione o estrazione, contattando l'Ufficio Fede pubblica della Camera di Commercio dell’ Umbria al numero 0744-489213 o tramite mail a concorsi.premio@umbria.camcom.it ;
  • dopo aver fissato l’appuntamento, inoltrare una richiesta di intervento almeno 20 giorni prima della data di assegnazione o estrazione dei premi;
  • eseguire l'assegnazione o l'estrazione alla presenza del funzionario camerale e redigere il relativo verbale;
  • consegnare i premi agli aventi diritto;
  • fissare un appuntamento per la chiusura del concorso, contattando sempre l'Ufficio Fede pubblica della Camera di Commercio dell’ Umbria, e successivamente inoltrare la richiesta di intervento almeno 20 giorni prima della data di chiusura del concorso, allegando la documentazione necessaria;
  • chiudere il concorso con la redazione di apposito verbale.
Come richiedere l'intervento della Camera di Commercio

Per chiedere l'intervento della Camera di Commercio dell’Umbria è necessario presentare la domanda sull'apposito modulo pubblicato in questa pagina, da inviare via PEC all’indirizzo cciaa@pec.umbria.camcom.it , allegando la documentazione necessaria al controllo.

Tutti i documenti vanno firmati digitalmente.

Si può richiedere la presenza del funzionario camerale per non più di due concorsi a premio nella stessa giornata, oppure per un solo concorso se l’estrazione dei vincitori è effettuata manualmente e riguarda più di 50 nominativi.

In caso di operazioni di assegnazione dei premi che si svolgono nelle fasce serali e nelle giornate prefestive e festive la partecipazione del funzionario camerale non è garantita.

In alternativa è sempre possibile rivolgersi ad un notaio.


Cosa serve

Per l’estrazione o l'assegnazione dei premi vanno allegati alla richiesta:
  • delega del legale rappresentante che non partecipa alle operazioni a favore di chi interverrà alla estrazione o assegnazione, (la delega va sempre accompagnata da una fotocopia del documento di riconoscimento del legale rappresentante);
  • l'eventuale perizia di un esperto qualificato - in caso di utilizzo di congegno meccanico, elettrico, elettronico - con indicazione delle caratteristiche del sistema, della sua impossibilità ad essere manomesso e dell'assoluta casualità nell'assegnazione dei premi;
  • l'eventuale dichiarazione sostitutiva di atto notorio (art. 47 del D.P.R. n. 445/2000) per l'operazione di "mescolamento", da effettuare prima del concorso, in caso di inserimento di biglietti vincenti tra i non vincenti (ad esempio "gratta e vinci", "cancella e vinci"...);
  • la fotocopia del documento di chi sottoscrive le dichiarazioni sopra indicate se la sottoscrizione non viene fatta in presenza del funzionario camerale;
  • copia del regolamento della manifestazione;
  • copia della cauzione prestata a garanzia del concorso;
  • copia del modello Prema inviato al Mise con relativa ricevuta d’invio
Per la chiusura di un concorso occorre allegare alla richiesta di intervento:
  • delega del legale rappresentante che non partecipa a favore di chi interverrà alla chiusura (la delega va sempre accompagnata da una fotocopia del documento di riconoscimento del legale rappresentante);
  • la documentazione attestante la consegna dei premi. In caso di auto, è necessario fornire la prova dell'immatricolazione a favore dei vincitori;
  • la dichiarazione sostitutiva di atto notorio (art. 47 del DPR 445/2000) del soggetto promotore/delegato, o dell'incaricato alle operazioni di chiusura, relativa alla consegna dei premi aventi valore unitario modico;
  • la documentazione (eventuale) che attesta il ricevimento dei premi da parte dei vincitori (c.d. "dichiarazioni liberatorie");
  • l'eventuale offerta formale del promotore, relativa ai premi non richiesti/assegnati, alla "Onlus" beneficiaria, e la formale accettazione da parte di quest'ultima;
  • l'eventuale perizia di un esperto qualificato - in caso di utilizzo di congegno meccanico/elettrico/elettronico - con indicazione delle caratteristiche del sistema, della sua impossibilità ad essere manomesso e dell'assoluta casualità nell'assegnazione dei premi;
  • l'eventuale dichiarazione sostitutiva di atto notorio (art. 47 del D.P.R. n. 445/2000) per l'operazione di "mescolamento", da effettuare prima del concorso, in caso di inserimento di biglietti vincenti tra i non vincenti (es. "gratta e vinci", "cancella e vinci", etc.);
  • copia del verbale di assegnazione dei premi redatto dal funzionario camerale o dal notaio;
  • l'eventuale dichiarazione sostitutiva di atto notorio (art. 47 del D.P.R. n. 445/2000) relativa all'assegnazione dei premi secondo le modalità stabilite nel regolamento - sia in caso di estrazione automatica (in assenza dell'intervento del funzionario camerale), sia in caso di individuazione dei vincitori col sistema del rinvenimento immediato dei premi - con spiegazione del meccanismo utilizzato per l'individuazione dei vincitori, del numero dei premi consegnati e/o devoluti, dei motivi della devoluzione, etc.. In caso di estrazione automatica, tale dichiarazione dovrà contenere anche l'attestazione che i concorrenti, tra i quali sono stati individuati i vincitori, sono quelli aventi diritto a partecipare al concorso, ai sensi del regolamento della manifestazione. Alla dichiarazione va allegato l'elenco dei vincitori, che va siglato in ogni pagina e firmato da colui che firma la dichiarazione stessa.
  • la fotocopia del documento di chi sottoscrive le dichiarazioni sopra indicate se la sottoscrizione non viene fatta in presenza del funzionario camerale.

Costi e vincoli

Costi
Intervento singolo

I costi sono espressi per singolo intervento, inteso come una qualunque delle operazioni svolte dal funzionario camerale (ad esempio partecipazione alla commissione di gara, assegnazione di premi a seguito di estrazione, verbalizzazione di graduatoria...)

Ogni singolo intervento ha una durata massima di tre ore; ogni periodo successivo è considerato nuovo intervento.

COSTO

DETTAGLIO

350,00 euro + iva

intervento svolto in giornata lavorativa, entro le ore 18.00

455,00 euro + iva

intervento svolto in giornata lavorativa dopo le ore 18.00, oppure con accesso prima delle ore 18.00 e continuazione per la maggior parte oltre tale orario, oppure intervento svolto in giornata feriale non lavorativa

525,00 euro + iva

intervento svolto in giornata festiva

Verbale di chiusura

COSTO

DETTAGLIO

80,00 euro + iva

per la stesura di verbale di chiusura, effettuata presso la Camera di Commercio in orario d'ufficio


Modulistica

Questa pagina ti è stata utile?