Sono documenti estratti dal Registro Imprese e riportano le informazioni sulla vita economica e commerciale delle imprese.
Possono riguardare qualsiasi società, impresa o altro soggetto avente sede nel territorio nazionale., e possono essere richiesti liberamente da ciascun cittadino, senza necessità di delega.

Il certificato è un documento che comprova l'iscrizione al Registro delle imprese e al Repertorio economico amministrativo. Ha valore legale e viene solitamente rilasciato in bollo.

La visura è un documento in carta libera che contiene le informazioni sulle imprese iscritte nel Registro delle Imprese e nel Repertorio economico amministrativo. Non ha valore di certificazione.


Ricordiamo che il legale rappresentante dell'impresa, titolare di CNS (Carta Nazionale dei Servizi), può accedere al cassetto digitale dell'imprenditore ed estrarre per via telematica e da qualunque device anche mobile, visure, modelli di dichiarazione sostitutiva, copie di bilanci e di atti relativi all’impresa rappresentata senza pagare diritti di segreteria.


Le pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblici servizi non possono più richiedere certificazioni riguardanti dati detenuti da altre amministrazioni.

Tutte le informazioni contenute nel Registro Imprese possono essere oggetto di dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà se richieste da una pubblica amministrazione.

Per verificare le autocertificazioni prodotte dalle imprese le pubbliche amministrazioni hanno a disposizione il servizio VerifichePA