Salta al contenuto

Il cittadino extracomunitario non residente in Italia ma che intende entrare in Italia per svolgere una attività lavorativa autonoma e il cittadino extracomunitario presente in Italia ma non in possesso di permesso di soggiorno valido per l’esercizio di lavoro autonomo, devono preventivamente ottenere la dichiarazione di insussistenza di motivi ostativi e l’attestazione dei parametri finanziari per l'esercizio dell'attività ai sensi dell’art. 39 D.P.R. 394/99.

Entrambi i documenti servono per il rilascio del visto di ingresso e per la conversione del permesso di soggiorno, requisito fondamentale per svolgere in Italia attività di lavoro autonomo in forma di impresa.

La Camera di Commercio è competente esclusivamente nel caso in cui l’attività di lavoro autonomo sia svolta in forma imprenditoriale quale imprenditore individuale o socio prestatore d’opera di società, anche cooperative, costituite da almeno tre anni.

Il nulla osta

E' una dichiarazione che attesta l'assenza di motivi di impedimento allo svolgimento dell'attività che lo straniero intende intraprendere in Italia. Qualora si tratti di attività soggette a titoli abilitativi/autorizzativi comunque denominati rientranti nella competenza di altre pubbliche amministrazioni, il nulla osta viene rilasciato da queste ultime. Per le attività libere per le quali non sono previste abilitazioni, licenze, autorizzazioni o dichiarazioni preventive di inizio attività, ma soggette all'iscrizione al Registro delle Imprese, la Camera di Commercio rilascia comunque attestazione relativa a tale circostanza.

L'attestazione dei parametri economico finanziari

E' una dichiarazione che attesta l’ammontare della disponibilità finanziaria minima di riferimento per lo svolgimento di attività lavorativa autonoma. L'attestazione consiste nella astratta individuazione delle risorse necessarie per lo svolgimento dell'attività imprenditoriale che lo straniero intende esercitare in Italia ed è determinata in un'unica somma espressa in euro.

La Camera di commercio è sempre competente per il rilascio dei parametri economico finanziari per tutte le attività iscrivibili al Registro delle Imprese (rilascia l'attestazione, ma non è tenuta a verificare l'effettivo possesso delle risorse economiche).

L’attestazione dei parametri finanziari e la dichiarazione di insussistenza di motivi ostativi (nulla osta) hanno validità 3 mesi dalla data del rilascio.

La competenza al rilascio dell’attestazione dei parametri finanziari e della dichiarazione di insussistenza di motivi ostativi è della Camera di Commercio nella cui circoscrizione il cittadino extracomunitario intende svolgere l’attività di impresa.


Accedere al servizio

Come si fa

La domanda può essere presentata presso gli uffici di Perugia (ufficio Qualità delle anagrafiche camerali) e di Terni, previo appuntamento, direttamente dal richiedente, qualora lo stesso sia regolarmente presente nel territorio italiano, ovvero da un procuratore appositamente nominato.

Cosa serve

Se l'interessato non è presente in Italia

deve nominare un procuratore regolarmente residente in Italia.

La procura/delega deve essere tradotta in lingua italiana e legalizzata dall’autorità diplomatica italiana all’estero.

In questo caso la domanda deve essere presentata personalmente dal procuratore attraverso il modulo presente in questa pagina

Se l'interessato è presente in Italia

senza permesso di soggiorno ma con un visto di ingresso valido oppure in possesso di permesso di soggiorno rilasciato per ragioni diverse da quelle che consentono l’esercizio di attività lavorativa autonoma (es. studio, formazione), da convertire in permesso di soggiorno per lavoro autonomo nei casi ammessi deve presentare apposito modulo presente in questa pagina

Costi e vincoli

Costi

I costi e gli allegati da depositare sono indicati nei modelli presenti in questa pagina

Modulistica

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 14:08

Questa pagina ti è stata utile?