Salta al contenuto
Domicilio digitale - scopri subito se la tua impresa è in regola

Il Domicilio Digitale è requisito essenziale per iscriversi al Registro Imprese e tutte quelle imprese iscritte che non hanno la PEC, dovranno regolarizzare tale posizione per evitare di incorrere in una sanzione elevata (412 euro per le società e 60 euro per le ditte individuali).

Per evitare la sanzione ci sono solo due piccoli passi da fare:

Se dalla visura si evince l'indirizzo PEC e questo è valido si è in regola.

Per verificare la validità del proprio indirizzo si può contattare il proprio ente certificatore oppure provare a mandare una pec all'indirizzo in visura.

Nel caso non si evinca e non sia valida deve essere attuato il secondo passaggio.

  • Richiesta all'ente certificatore di un indirizzo PEC e successiva Comunicazione del Domicilio Digitale al Registro Imprese. La comunicazione può essere effettuata con pratica Comunica o pratica semplice esente da imposta di bollo e diritti di segreteria. Le istruzioni per la corretta presentazione si possono trovare on line nel portale SARI alla pagina dedicata

La mancata comunicazione di un Domicilio Digitale valido e attivo, comporterà:

  • l'assegnazione e l'iscrizione sulla posizione delle imprese inadempienti di un domicilio digitale d'ufficio, consultabile tramite il Cassetto Digitale dell'Imprenditore;
  • la contestuale elevazione di un verbale di accertamento per il mancato adempimento.



Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 14:08

Questa pagina ti è stata utile?