Salta al contenuto
Decreto Semplificazioni, accesso ai servizi digitali

Dal 30 settembre 2021 non sarà possibile accedere ai servizi in rete delle pubbliche amministrazioni con le credenziali rilasciate prima del 28 febbraio 2021, come stabilito dal Decreto-legge “Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale” (n. 76 del 16 luglio 2020 e successiva conversione).

Pertanto i privati cittadini potranno accedere esclusivamente attraverso i dispositivi di identità digitale SPID, CIE e CNS ai seguenti servizi istituzionali erogati da InfoCamere:

  • servizi che si avvalgono della registrazione/autenticazione al sistema “Telemaco” (per Registro Imprese e Registro protesti)
  • servizi quali: Certificati d'Origine, Agef – Bandi Camerali, Servizio Metrico
  • servizi del portale impresainungiorno ed il SUAP

Nei mesi successivi la misura sarà estesa anche agli altri soggetti giuridici (imprese, studi, associazioni), attraverso un piano progressivo e graduale sui diversi servizi che garantisca la massima continuità operativa agli utenti. In particolare il portale impresainungiorno.it e il SUAP estenderanno l’obbligo a tutti i soggetti fin dal 30 settembre.

Per il cassetto digitale dell'imprenditore , la fatturazione elettronica, il portale del diritto annuale, il rilascio online di identità digitali, i bandi “restart” – che già richiedevano l’accesso solo con le nuove modalità, non è prevista alcuna variazione.

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 14:08

Questa pagina ti è stata utile?