Salta al contenuto

È iniziato il conto alla rovescia per la presentazione delle domande dei tre bandi relativi alla sub Misura B.2 “Turismo, Cultura, Sport e Inclusione”, del Piano Sisma Centro Italia (regioni coinvolte Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo), la cui dotazione è di 180 milioni di euro e la cui gestione è stata affidata ad Unioncamere. Enti locali, imprese, terzo settore sono infatti, in una corsa contro il tempo, all’ultimo miglio di questo trittico di bandi (le domande di due dei tre bandi possono essere presentate dal 15 settembre, mentre per il terzo dal 30 settembre) che rappresentano una grande opportunità nell’ambito del Fondo complementare (Next Appennino, con una dotazione complessiva di 1,78 miliardi di euro, aggiuntiva a quella del PNRR nazionale) che ha l’obiettivo di accompagnare la ricostruzione fisica e materiale dei comuni e dei territori dell’Appennino, che da sola non è sufficiente a restituire prospettive di sviluppo adeguate alle grandi potenzialità di questi territori.

Le tre sottomisure della Misura B gestite da Unioncamere nel dettaglio sono:

Misura B.2.1 (stanziamento 60 milioni di euro) - Interventi per lo sviluppo delle imprese culturali, creative, turistiche, sportive, anche del terzo settore

Presentazione domande: dalle ore 10.00 del 15 settembre 2022 fino alle ore 23.59 del 14 ottobre 2022 per la procedura a sportello; dalle ore 10.00 del 15 settembre 2022 fino alle ore 23.59 del 31 ottobre 2022 per la procedura a graduatoria.

Il bando riguarda il sostegno agli investimenti per le imprese che hanno la sede legale e/o operativa nei comuni (o intendono costituirla) compresi nelle aree-sisma e aree-cratere 2009 e 2016. L’intervento è rivolto ai soggetti economici operanti nei settori culturale e creativo, turistico e sportivo, per sostenere le iniziative imprenditoriali per lo sviluppo e il consolidamento di questi settori, anche con iniziative promosse da Enti del terzo settore.

I beneficiari: Micro imprese e Pmi; Reti d’impresa; Imprese sociali; Società sportive dilettantistiche; Associazioni sportive dilettantistiche; Enti religiosi civilmente riconosciuti.

Modalità di erogazione: concessione di agevolazioni a fondo perduto - Erogazioni a stato di avanzamento lavori (pari ad almeno il 20% ciascuno) con possibilità di anticipazione della prima quota; monitoraggio e verifica di congruità delle spese effettivamente sostenute.

Misura B.2.2. (stanziamento 80 milioni di euro) - Contributi destinati a soggetti pubblici per Accordi e Partenariati speciali pubblico-privato per la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e pubblico

Presentazione domande: dalle ore 10.00 del 30 settembre 2022 fino alle ore 23.59 del 31 ottobre 2022.

Il bando prevede contributi destinati a soggetti pubblici per Accordi e Partenariati speciali pubblico-privato per la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e pubblico. L’intervento è finalizzato a valorizzare il patrimonio storico-culturale, ambientale, pubblico e sociale dei territori colpiti dai sismi del 2009 e 2016, integrando percorsi di sviluppo sostenibile e inclusivo con l’esigenza di rivitalizzazione economica e sociale, di rilancio occupazionale. Le iniziative presuppongono un approccio ‘bottom-up’, nel quale gli enti locali e altri enti pubblici dei territori interessati sviluppino il progetto d’investimento mediante forme speciali di partenariato e di collaborazione con il mondo delle imprese e/o del no profit.

I beneficiari: Enti locali in forma singola o aggregata (Comuni, Province, Comunità Montane, Unioni montane e Unioni di comuni; altri Enti pubblici (ad esempio Università pubbliche, Parchi nazionali e regionali).

Modalità di erogazione: concessione di contributo a fondo perduto fino al 100% dell’investimento - Viene erogato inizialmente (all’avvio del progetto) un anticipo pari al massimo del 20% del contributo, mentre il resto viene erogato a stato di avanzamento lavori (3 quote intermedie fino al raggiungimento del 90% del totale); il saldo finale viene corrisposto previa verifica di congruità delle spese effettivamente sostenute.

Misura B.2.3. (dotazione 40milioni di euro) - Interventi per l’inclusione e innovazione sociale ed il rilancio abitativo, rivolti ad enti locali, imprese sociali, terzo settore e cooperative di comunità

Presentazione domande: dalle ore 10.00 del 15 settembre 2022 fino alle ore 23.59 del 31 ottobre 2022.

Gli incentivi sono destinati alle imprese private, ai partenariati pubblico-privati, alle organizzazioni del terzo settore e alle agenzie di orientamento/accompagnamento al lavoro, riguardanti il turismo, la filiera ricreativo/culturale, le attività sportivo/ricreative e l’inclusione sociale, che hanno la sede legale e/o operativa nei comuni (o intendono costituirla) compresi nelle aree sisma e aree-cratere 2009 e 2016. L’intervento è finalizzato a sostenere la nascita, il consolidamento e la crescita di imprese sociali, cooperative di comunità ed enti del terzo settore, operanti per il perseguimento di finalità di utilità sociale e di interesse generale, al fine di rilanciare sul piano socio-economico i territori dell’Appennino centrale colpiti dai sismi del 2006 e 201.

I beneficiari: Enti del terzo settore (organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali, cooperative sociali, reti associative, associazioni riconosciute aventi personalità giuridica, fondazioni e altri enti privati svolgenti attività di pubblico interesse); Start-up innovative a vocazione sociale (anche costituite in forma cooperativa); Enti non commerciali e Onlus; Enti iscritti ai registri ADV/APS (anche sotto forma di reti associative); Agenzie per il lavoro e enti formativi (orientamento e accompagnamento) autorizzati/ accreditati; Imprese sociali che svolgono attività agricole finalizzate all’inclusione sociale (es. fattorie sociali); Enti religiosi civilmente riconosciuti; Enti iscritti all’Albo del servizio civile universale.

Modalità di erogazione: concessione di agevolazioni a fondo perduto - Erogazioni a stato di avanzamento lavori (almeno 20% per volta), a fronte della presentazione dei titoli di spesa, con possibilità di anticipazione della prima quota a fronte di fidejussione (non superiore al 40%)¸monitoraggio e verifica di congruità delle spese effettivamente sostenute.


IL QUESTION-TIME ORGANIZZATO DALLA CAMERA DI COMMERCIO DELL’UMBRIA

Per dirimere dubbi e rispondere a tutte le domande la Camera di Commercio dell’Umbria, oltre a tutte le inziative già attivate, ha organizzato per venerdì 9 settembre alle ore 9,30 un incontro “Question Time” rivolto a tutte le imprese culturali, creative, turistiche, soggetti del terzo settore e soggetti pubblici che intendono presentare domanda di agevolazione per realizzare progetti per il rilancio economico e sociale delle Aree Sisma 2009-2016.

Sono previste tre sessioni informative, una per ciascun bando, con la presenza di esperti che risponderanno ai quesiti posti in tempo reale dai partecipanti.

Il programma

ore 9:30 Introduzione - Federico Sisti, Segretario generale della Camera di commercio dell’Umbria

ore 9:40 Misura B.2.1 -

ore 11:00 Misura B2.3 - Interventi per l’inclusione e innovazione sociale ed il rilancio abitativo, rivolti ad imprese sociali, terzo settore e cooperative di comunità: Risposte a quesiti dei partecipanti

ore 12:30 Misura B2.2 –

Interveranno: Valeria Giancola e Amadio Salvi, esperti di Unioncamere

Moderatore: Claudio Cipollini (Unioncamere)

L’incontro si svolgerà online attraverso la piattaforma ZOOM (per iscriversi andare alla pagina dedicata di questo sito e cliccare alla voce “Iscriviti Qui”).


Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

06-09-2022 16:09

Questa pagina ti è stata utile?