Salta al contenuto

Il digitale per battere la pandemia. L’innovazione àncora di salvezza per le Imprese bloccate dal lockdown.

Gli investimenti in Digital marketing delle imprese umbre cresciuti dal quinquennio pre-covid (2015-2019) al 2020, di 17 punti percentuali, dal 24,8% al 41,7%.

Data:

31-08-2021

Pandemia e lockdown hanno spinto gli italiani a confrontarsi, come mai prima, con Internet e il mondo online. Tanto da stimolare le imprese ad accelerare verso processi di trasformazione digitale capaci di creare un nuovo modo di lavorare, interagire e di fare business. Modificando - forse per sempre - le aspettative e i comportamenti dei consumatori.


Le nuove abitudini digitali dei cittadini implicano una sempre maggiore attenzione all’uso degli strumenti online per analizzare i dati dai mercati, per ascoltare le esigenze dei clienti e trasformare i propri business. Sulla scorta dei dati Excelsior-Unioncamere la Camera di Commercio dell’Umbria ha compiuto un’analisi approfondita, a livello regionale, sull’entità di investimenti strategici in Digital Marketing delle imprese, ossia la quota di esse che hanno dichiarato di aver investito “molto” e “moltissimo” in questa innovazione di business.


“Ne sono uscite risposte molto interessanti – ha illustrato il Presidente della Camera di Commercio dell’Umbria, Giorgio Mencaroni. Le imprese umbre che dal quinquennio pre-covid 2015 - 2019 al 2020 hanno dichiarato di aver investito “molto o moltissimo” in Digital Marketing (cioè investimenti per l’utilizzo di canali/strumenti digitali per la promozione e vendita dei prodotti/servizi), sono passate dal 24,8% 41,7%. Una crescita notevole, di 17 punti percentuali”.


Analizzando il fenomeno degli investimenti strategici in digital marketing per settori di attività, in Umbria il 44,5% delle imprese dei Servizi nel 2020 ha effettuato investimenti di importanza medio-alta, a fronte del 27,6% del 2015-2019: + 17%.


Nell’Industria la percentuale si attesta al 34,3% nel 2020, a fronte del 16,8% del periodo precedente, anche in questo caso la crescita è pari a 17 punti percentuali.

All’ interno del settore dei Servizi, occorre sottolineare che al primo posto nel 2020 per questo tipo di investimenti strategici ci sono i Servizi Finanziari e assicurativi, con il 68% delle imprese, a fronte del precedente 56%, in crescita del 12%, seguono i Servizi Informatici e telecomunicazioni con il 61,3%, rispetto al 33,5% del periodo pre-covid, con un balzo di quasi 28 punti percentuali.


Nel settore industriale al primo posto troviamo le altre Industrie Manifatturiere con il 53,7% delle imprese che hanno investito nel Digital Marketing nel corso del 2020, a fronte del precedente 21,9%: addirittura + 32%. Seguono le Industrie di fabbricazione di macchinari e mezzi di trasporto con il 36,7% del 2020, rispetto al 9,4%, in salita di 27 punti.


Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

03-09-2021 08:09