Salta al contenuto

Presentato dalla Camera di Commercio dell’Umbria l’ultimo Bollettino del Sistema informativo Excelsior: saranno 5.320 le assunzioni previste dalle imprese umbre nel corrente mese di gennaio 2022, mentre saliranno a 13.460 unità nel trimestre gennaio-marzo. La crescita, rapportata sia al gennaio che al trimestre dello scorso anno, è esattamente del 34%.

I dati relativi alla nostra regione sono in perfetta consonanza con quelli del Centro, dove sono previste 90.600 entrate (+34%) e sono leggermente migliori di 2 punti percentuali rispetto ai nazionali dove sono previste 458.000 assunzioni.

La domanda di lavoro appare tuttavia composta prevalentemente da contratti a tempo determinato ed è su questo aspetto che richiama ancora una volta l’attenzione il presidente camerale Giorgio Mencaroni.

“Le imprese umbre – ha dichiarato Mencaroni - hanno da tempo ripreso a creare lavoro e gli ultimi dati Excelsior confermano che siamo risaliti alla situazione pre-covid, tuttavia il rapporto 72% - 28% tra lavoro a termine e quello a tempo indeterminato è sempre troppo alto. Anche il mismatching, cioè il disallineamento tra domanda e offerta di lavoro, peggiora rispetto a 12 mesi fa: nel mese di gennaio 2022 le imprese che incontreranno serie difficoltà nel reperire i profili idonei da assumere saranno 44 su 100 (erano “solo” 39 lo scorso gennaio).”

L’analisi settoriale nel trimestre gen-mar 2022 vede sempre in testa a trainare gli altri il comparto del Commercio con 1.960 entrate al lavoro, seguito dai Servizi di Alloggio, Ristorazione e Servizi Turistici con 1.900. Più staccati i Servizi alle Persone con 1.390 e le Costruzioni con 1.380.

Per una quota pari al 25% del totale (erano il 32% lo scorso anno), le assunzioni interesseranno giovani con meno di 30 anni.

Cresce di tre punti percentuali la quota di lavoro destinato a personale laureato (14%).

Dal Borsino Excelsior emerge inoltre che il 36% delle entrate al lavoro previste sarà destinato a operai specializzati, il 20% riguarderà professioni commerciali, mentre il 23% interesserà Dirigenti, Specialisti e Tecnici e solo il 7% gli impiegati.


Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 14:08

Questa pagina ti è stata utile?