Sono state segnalate richieste di pagamento di somme per la pubblicazione di annuari, per l’iscrizione in repertori, elenchi e registri, per abbonamenti a riviste specializzate, per prestazioni assistenziali e/o previdenziali, da effettuarsi tramite bollettino di c/c postale.
Si tratta di iniziative promosse da privati che nulla hanno in comune con la Camera di Commercio e per le quali non sussiste alcun obbligo di pagamento degli importi richiesti.

Si invita a diffidare di queste iniziative, e se il bollettino vi sembra sospetto, contattate la Camera di Commercio per verificare la loro autenticità.

Contro le indebite richieste di pagamento alle aziende l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha realizzato un vademecum anti-inganni Si tratta di uno strumento divulgativo per informare le imprese e metterle in condizione di proteggersi dai raggiri posti in essere ai loro danni.