Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito

Top menu

risultati economici

Nel 2015 è il Nord-ovest l’area geografica con il Pil per abitante più elevato, pari nel 2015 a 33,4mila euro: un livello di poco inferiore a quello del 2011 (33,6mila euro). Seguono il Nord-est, con 32,3mila euro (31,9mila euro nel 2011) e il Centro, con 29,3mila euro (30,4mila euro nel 2011).

In questo contesto, il contributo delle imprese umbre alla formazione del valore aggiunto nazionale è pari all'1,3%, che corrisponde ad un valore del Pil procapite di circa 23.735 euro.

Nel 2015 il Pil a livello nazionale aumento dello 0,7% rispetto all’anno precedente, ma diminuisce rispetto al 2011 ad un tasso medio annuo pari a -0,9%.

Tra le regioni del Centro, l’Umbria mostra un netto recupero (+1,9%) rispetto ai risultati negativi degli anni precedenti e la Toscana una crescita dello 0,9%. Marche e Lazio segnano nel 2015 risultati meno favorevoli, con una variazione nulla per la prima regione e un lievissimo calo (-0,1%) per la seconda.

Buona la dinamica positiva dei consumi finali delle famiglie in volume, aumentati a livello nazionale dell’1,7%. La crescita per l’Umbria di 1,1% risulta inferiore invece sia al valore nazionale che al valore del centro Italia (+1,3%).

(Fonte: Istat)

 

pil stivale per sito

 

pil e spesa familgie per sito

 

 

 

 

 

 

Privacy Policy --- Diritti riservati Unioncamere Umbria